ziczac

Il nuovo ZicZac è tra noi!

Il nuovo ZicZac è tra noi!

Sembra quasi il titolo di un film dell’orrore, ma così non è. ;-)

Il mio silenzio su queste pagine, durato praticamente un mese, era dovuto al ritmo serrato con cui abbiamo lavorato per ZicZac e l’importante scadenza del suo primo compleanno.

La ricorrenza è stata festeggiata con un aggiornamento che ha introdotto tante novità, non solo sotto l’aspetto grafico, e un concorso!
Infatti si può vincere un televisore LCD, scattando una foto o girando un video, come spiegato nelle dettagliate istruzioni.

Il dopo-14-ottobre è stato altrettanto intenso, da qui il ritardo di questo messaggio, che avrei voluto scrivere, per festeggiare, già il giorno dopo.

In bocca al lupo per il concorso. :-)

Tutti pronti per il 14 Ottobre?

Tutti pronti per il 14 Ottobre?

Il messaggio sul blog di ZicZac è avvolto dal mistero e la pagina dedicata all’evento è ancora più misteriosa. ;-)

Quello che posso dire è che stiamo lavorando molto per questo evento e che, a livello di codice, sarà l’aggiornamento più grande di ZicZac da quando siamo partiti.

Intanto abbiamo aperto un sondaggio in modo che tutti possano aiutarci nella crescita del servizio.

Rispondete e passate parola!

Google e le tastiere (e yutube)

Google e le tastiere (e yutube)

Lo ha anche segnalato un utente di ZicZac, ma dalle statistiche ce ne eravamo accorti da un po’.

La parola chiave è yutube.

Senza la o.

Basta questo piccolo errore, compiuto da tanta gente ogni giorno, per portare molti visitatori su un sito.

Il link che ho riportato conduce ad una vecchia segnalazione inserita su ZicZac ad ottobre 2007, dove l’utente ha erroneamente dimenticato la “o” nella parola “youtube”.

Questa pagina, almeno fino a qualche giorno fa, era prima nei risultati di Google per la ricerca di quella parola chiave.
(Ora è prima una bella pagina di inutile spam, ma questa è un’altra storia.)

Guardando il numero di voti si capisce facilmente la dimensione del fenomeno (e hanno votato una piccolissima parte di quelli che hanno raggiunto quella pagina).

La potenza di Google lascia spesso senza parole…

Azione e reazione

Azione e reazione

Come sempre è solo questione di azione e reazione.

In ZicZac abbiamo ovviamente introdotto alcuni accorgimenti per ridurre lo “spam” nei voti. Lo abbiamo fatto trovando un equilibrio tra usabilità, tempo da dedicare a questo genere di implementazioni (che viene ovviamente sottratto ad implementazioni più interessanti e divertenti: le giornate son di 24 ore per tutti) e livello di “spam” accettabile.

Ieri, una non troppo calda domenica d’agosto, un buontempone con tanto tempo libero si è divertito a bombardare le notizie presenti nella prima pagina con 8 voti negativi ciascuna.

Questo ha quindi comportato un innalzamento del livello di filtro da parte nostra, introducendo un accorgimento che avevamo volutamente evitato fino ad ora.

Così la situazione è tornata alla normalità… almeno fino alla prossima volta. ;-)

AutoPligg… e il tuo sito vola!!

AutoPligg… e il tuo sito vola!!

Quando abbiamo iniziato a progettare ZicZac, dovevamo decidere se implementare una soluzione ad hoc, oppure se basarci su una piattaforma già pronta come Pligg.
Pligg non è altro che un “clone” open source di Digg.

Il codice di Pligg non ci ha entusiasmato: con le sue numerose funzionalità è molto avido di risorse ed una modifica al codice, per adattarlo alle nostre esigenze, avrebbe richiesto troppo tempo.
Inoltre, ad oggi, sono molti i siti basati su Pligg, anche in Italia e, anche se graficamente diversi, alla fine si assomigliano tutti.

Abbiamo quindi deciso di implentare una soluzione personalizzata.

Solo una cosa ci era sfuggita, probabilmente una motivazione che da sola ci avrebbe portato a non utilizzare Pligg: tutti i progetti open source che guadagnano popolarità, vedi ad esempio WordPress e phpBB, prima o poi si devono confrontare con la comparsa di strumenti che, a volte approfittando di una vulnerabilità del sistema, cercano di violarne l’integrità.

Oggi mi hanno segnalato AutoPligg (nessun link, anche se comunque è molto facile da trovare).

Questo sistema promette di far registrare infiniti utenti, violando anche i CAPTCHA, per segnalare notizie ed inserire commenti su più di 5000 siti basati su Pligg in tutto il mondo (e sembra che non sfrutti una vulnerabilità, ma che semplicemente si interfacci con il sito vittima come se fosse un utente normale).
Tutto con pochi click!

Già pensando a quanto codice si deve scrivere per evitare che utenti, lavorando manualmente, possano in qualche modo ingannare il sistema, se poi hanno anche a disposizione un sistema automatizzato, la lotta diventa impari, ed è già iniziata.

I tag dell’ultima settimana di ZicZac

I tag dell’ultima settimana di ZicZac

La nuova pagina dei tag di ZicZac, che presenta un’aggregazione temporale sui tag più attivi dell’ultima settimana, dà uno spaccato in (quasi) tempo reale degli argomenti più “caldi”.
E’ interessante anche, visitandola periodicamente, notare cosa sta diventando più popolare (i tag più grandi).
Ad esempio oggi, rispetto a ieri, saltano subito all’occhio l’ICI e le tasse.
La settimana scorsa uno dei tre tag predominanti era Travaglio (ora già più in calo).