blog

Anche se poco si muove…

Anche se poco si muove…

Anche se ultimamente poco si muove su questo blog, continuo a essere convinto dell’utilità di avere uno spazio che mi appartenga.

Con la pausa estiva si sentiva un po’ voglia di rinnovamento, ed ecco quindi una nuova veste grafica.
Uno dei punti di forza dell’Open Source e della licenza GPL è il prendi, usa e restituisci.
Partendo quindi dal tema Nisarg, ho apportato qualche modifica, rendendola disponibile su GitHub.

Vorrei questo fosse il preludio forse di altre novità in arrivo, pur tenendo presente che il bello di un hobby è non avere fretta e scadenze.
Relax and take it easy man!

Facebook non è tuo…

 Aggiungo che il problema che sta a monte è che una azienda investe pacchi di soldi per avere una fanbase ed una fanpage, ma che una volta ottenuti non sono di sua proprietà. E un giorno facebook decide che devi pagare il triplo per comunicare con la tua fanbase, quando magari hai già pagato per crearla. 

via Luca Lani Blog

Comunicheresti ai tuoi (potenziali) clienti un numero di telefono che non è intestato a te e che non  puoi controllare?
Non è nemmeno una novità.

Anno nuovo grafica nuova!

Anno nuovo grafica nuova!

Vernice nuovaDopo quattro anni, ecco finalmente una grafica rinnovata per questo blog.

Rispetto al passato è un cambiamento radicale: da un tema scuro, con sfondo sempre (quasi) nero, a uno bianco e leggero, basato sul tema Twenty Twelve.
Oltre a darmi più libertà per alcune idee che spero di implementare su questo sito, è notevolmente migliorata la leggibilità del testo rispetto al carattere fixed font di prima.

Adesso è presente anche una bella sidebar da riempire di schifezz di nuovi contenuti.

Dalle verifiche fatte, tutto dovrebbe funzionare, ma se qualcosa dovesse essere fuori posto, segnalamelo!

I blog sono qui per rimanere

 A blog may not look sexy and, like all things worthwhile, takes a little time. But if you’re looking at vehicle to serve as a hub of your online networking, there’s nothing better than a blog. 

Kevin O’Keefe

Ne avevo già parlato nel 2009, quando la moda di chiudere
i blog, 
per preferire i social network, stava iniziando…

Il futuro dei blog (e delle interazioni sociali sul web)

Il futuro dei blog (e delle interazioni sociali sul web)

Quando leggo articoli come i quattro che riporto qui sotto, sono contento di avere questo blog (anche se non sfruttato come dovrei).

The Evolution of Blogging
The Pushbutton Web: Realtimes Becomes Real
Twitter’s platform shortcomings
Your Blog is Your Mothership

Perché Twitter, Friendfeed, Facebook (?), Tumblr (e simili…) saranno anche belli e permetteranno un alto livello di interazione sociale, ma i contenuti che generi e riversi su queste piattaforme non sono più tuoi.

A cosa serve, quindi, avere ancora un blog e un proprio dominio?
Serve a mantenere il controllo sui propri contenuti, a poterne disporre e a poterli proporre nelle forme che si preferiscono, senza alcun vincolo esterno.
A potersi esprimere liberamente.

Questi servizi gratuiti, che spesso sembrano non avere un chiaro modello di business, possono anche scomparire (come ha fatto Pownce) o venire acquistati, facendo sorgere interrogativi sul loro futuro.

Un dominio rimane tuo fino a quando vuoi: hai tu il controllo sui contenuti.
Cataclismi informatici a parte, ovviamente. ;-)

Trasloco!

Trasloco!

Come preannunciato, e con molto ritardo rispetto a quanto avevo previsto, ho finalmente migrato questo blog da Tumblr a WordPress.

E’ stato un procedimento più lungo di quanto mi aspettassi.
Ho descritto la procedura che ho seguito in due articoli che saranno pubblicati sul blog della Simply Engineering. Il primo tratterà della migrazione vera e propria, il secondo del sistema che ho utilizzato per non perdere i vecchi permalink.

La grafica è rimasta pressoché la stessa, ho aggiunto categorie e tag a tutti i vecchi post (!!) e piano piano verranno inserite nuove sezioni.

Se trovate qualcosa che non funziona, scrivetemi pure (la mia mail è riportata in fondo a ogni pagina).