Happenings

Babbo Natale…?

Babbo Natale…?

 

  • Babbo Natale sa leggere?
  • Babbo Natale dopo che ha letto la letterina la butta via?
  • Ma come fa Babbo Natale a portare tutti i regali a tutti i bambini del mondo solo in una notte?
  • Ma come fa Babbo Natale a passare per il camino senza sporcarsi la faccia di nero?
  • Ma anche Babbo-Natale-Dinosauro porta i regali ai Dinosauri?
  • Ma se Babbo Natale si parcheggia sul tetto con la slitta, quando scende se cade, muore?
  • Ma Babbo Natale, che è vecchietto, fra poco muore?

 

La gita in montagna

da Singloids

Montagna. Bussola. Sentiero. Mucche. Sole. Caldo. Nuvole. Ombra. Vento. Freddo. Sudore. Brividi. Panini. Borraccia. Sete. Erba. Sassi. Massi. Muschio. Torrente. Scarponi. Bel-panorama. Fiori. Colori. Cerca-il-bianco-e-rosso. Numero CAI. Cartina. Nord. Est. Zaino. Cammina-cammina. Cioccolata. Rifugio. Prato. Quanto-manca?

Quanti ricordi.

Se il buongiorno si vede dal mattino… #1

Se il buongiorno si vede dal mattino… #1

Pietro: Ciuccio…
Mic: Dai che è pomeriggio, sei grande, non ti serve.
Pietro [così si che si inizia un capriccio]: Ciiiuccio!!
Mic [voce calma e inflessibile]: Si dice: “Papà, per piacere, mi dai il ciuccio?”.
[attimo di riflessione]
Pietro [scendendo dal divano]: Prendo solo.

Pietro era poco più che duenne, come inizio non c’è male! ;-)

Era la fine del 2008.
L’anno vecchio ha portato via il ciuccio e l’avvenimento è stato affrontato senza alcun problema.
Sono soddisfazioni.

Alla scoperta del mondo…

Alla scoperta del mondo…

Crescendo si scoprono sempre cose nuove, è quindi normale fare sempre domande.
Io mi aspettavo qualcosa di canonico, tipo il classico “Perché? Perché? Perché? Perché? Perché? E perché? …“.

Invece no!
Ecco le domande con cui si affronta una cosa nuova, in questo rigoroso ordine:

  • Come si chiama?
  • A cosa serve?
  • … qual è il suo cognome?



PS: nello sciogliere il dubbio della forma corretta tra “qual’è” e “qual è“, ho trovato alcuni link interessanti.