Projects

Creare un’applicazione per Facebook… che avventura!

Creare un’applicazione per Facebook… che avventura!

Da diverso tempo desideravo scrivere un’applicazione per Facebook che trattasse citazioni e aforismi, ma il rischio di sovraccaricare il server mi ha sempre fermato.
La venuta di App Engine ha risolto il problema, visto che permette di sfruttare quasi sempre gratuitamente la potente infrastruttura di Google*.

Il primo problema da affrontare per scrivere un’applicazione per Facebook è la documentazione: è vastissima, così tanto da risultare spesso troppo dispersiva e quindi poco utile.
Il proposito è di scrivere un paio di articoli a riguardo sul blog SimplyEng, riportando i passaggi chiave che ho seguito per lo sviluppo, in modo che possano essere usati come traccia per chi affronta questo compito per la prima volta.

Intanto provate l’applicazione! http://apps.facebook.com/citazioni/

* Inoltre questo mi ha permesso anche di sviluppare quest’altra applicazione, che avevo in mente da anni e che vedete in funzione anche in fondo a questa pagina.

Il nuovo ZicZac è tra noi!

Il nuovo ZicZac è tra noi!

Sembra quasi il titolo di un film dell’orrore, ma così non è. ;-)

Il mio silenzio su queste pagine, durato praticamente un mese, era dovuto al ritmo serrato con cui abbiamo lavorato per ZicZac e l’importante scadenza del suo primo compleanno.

La ricorrenza è stata festeggiata con un aggiornamento che ha introdotto tante novità, non solo sotto l’aspetto grafico, e un concorso!
Infatti si può vincere un televisore LCD, scattando una foto o girando un video, come spiegato nelle dettagliate istruzioni.

Il dopo-14-ottobre è stato altrettanto intenso, da qui il ritardo di questo messaggio, che avrei voluto scrivere, per festeggiare, già il giorno dopo.

In bocca al lupo per il concorso. :-)

Tutti pronti per il 14 Ottobre?

Tutti pronti per il 14 Ottobre?

Il messaggio sul blog di ZicZac è avvolto dal mistero e la pagina dedicata all’evento è ancora più misteriosa. ;-)

Quello che posso dire è che stiamo lavorando molto per questo evento e che, a livello di codice, sarà l’aggiornamento più grande di ZicZac da quando siamo partiti.

Intanto abbiamo aperto un sondaggio in modo che tutti possano aiutarci nella crescita del servizio.

Rispondete e passate parola!

Descrivimi brevemente CommentBack…

Descrivimi brevemente CommentBack…

Qualche tempo fa mi è stato chiesto di descrivere in un paio di righe cos’è CommentBack.

Il problema è stato che ha prevalso l’istinto del tecnico ed ho risposto:

Un sistema di give-back dei commenti dai social network ai post originali.

A posteriori (che è più facile no? ;-) ), avrei dovuto cercare più nell’idea.

CommentBack vuole cercare di mettere ordine nel flusso sempre più disordinato e convulso dei commenti, cercando di riavvicinarli al contenuto a cui si riferiscono, per permettere di accrescerne il valore tramite la discussione.

Probabilmente avrebbe reso meglio che CommentBack non è solo un protocollo, ma proprio un’idea!

Google e le tastiere (e yutube)

Google e le tastiere (e yutube)

Lo ha anche segnalato un utente di ZicZac, ma dalle statistiche ce ne eravamo accorti da un po’.

La parola chiave è yutube.

Senza la o.

Basta questo piccolo errore, compiuto da tanta gente ogni giorno, per portare molti visitatori su un sito.

Il link che ho riportato conduce ad una vecchia segnalazione inserita su ZicZac ad ottobre 2007, dove l’utente ha erroneamente dimenticato la “o” nella parola “youtube”.

Questa pagina, almeno fino a qualche giorno fa, era prima nei risultati di Google per la ricerca di quella parola chiave.
(Ora è prima una bella pagina di inutile spam, ma questa è un’altra storia.)

Guardando il numero di voti si capisce facilmente la dimensione del fenomeno (e hanno votato una piccolissima parte di quelli che hanno raggiunto quella pagina).

La potenza di Google lascia spesso senza parole…

Azione e reazione

Azione e reazione

Come sempre è solo questione di azione e reazione.

In ZicZac abbiamo ovviamente introdotto alcuni accorgimenti per ridurre lo “spam” nei voti. Lo abbiamo fatto trovando un equilibrio tra usabilità, tempo da dedicare a questo genere di implementazioni (che viene ovviamente sottratto ad implementazioni più interessanti e divertenti: le giornate son di 24 ore per tutti) e livello di “spam” accettabile.

Ieri, una non troppo calda domenica d’agosto, un buontempone con tanto tempo libero si è divertito a bombardare le notizie presenti nella prima pagina con 8 voti negativi ciascuna.

Questo ha quindi comportato un innalzamento del livello di filtro da parte nostra, introducendo un accorgimento che avevamo volutamente evitato fino ad ora.

Così la situazione è tornata alla normalità… almeno fino alla prossima volta. ;-)