Thunderbird, gioie e dolori…

Thunderbird, gioie e dolori…

Poter usare Thunderbird come client di posta per lavoro è stato un passo avanti rispetto a Outlook 2003. Ricerche più rapide (sebbene Xobni risolvesse un po’ di problemi), tag, tab, estensioni…

Però quello che mi lascia perplesso in un software opensource così utilizzato e noto sono i bug… quelli piccoli, semplici da risolvere e molto molto fastidiosi.

In poco più di sei mesi di utilizzo massivo ne ho scoperti due veramente tristi:

Il primo descrive come, nei menu sposta e copia messaggio, dove c’è la comoda possibilità di scegliere una delle cartelle recentemente selezionate, in realtà la lista che viene presentata sembra quasi casuale (anche se leggendo nei commenti del bug report si scopre che una logica, sebbene contorta e assurda, c’è).
Ed è così da tre anni?!?!??

Il secondo, che viene addirittura definito “enhancement”, per me rimane un bug (anche questo presente da anni): se, dopo aver salvato una cartella di ricerca, modifichi il nome delle varie cartelle o ne inserisci una nuova, queste non vengono aggiunte in automatico alle ricerche salvate.

Quest’ultimo impatta molto di più sull’usabilità delle cartelle di ricerca e quindi ho cercato una soluzione, non troppo elegante forse, ma di certo efficace: SavedSearchThemAll!

Questa estensione aggiunge un una voce al menu “Strumenti” (“Tools” in inglese).
Una volta selezionata, le cartelle di ricerche salvate verranno impostate a ricercare in tutte le cartelle dello stesso account.

Et voilà!

6 thoughts on “Thunderbird, gioie e dolori…

  1. Necessità di avere un client.
    Aziendalmente la scelta era tra Thunderbird e Outlook. Non che avessi molti dubbi su cosa scegliere. :-P

  2. il trend aziendale del momento è tra outlook e gmail..

    devi avere motivazioni forti per non usare outlook..

  3. Io l’ho scelto nella PA in cui lavoro. Ha anche un altro bug tutto italiano. Non vede i file p7m (firmati digitalmente) nella versione 3.x non ne vedi più di uno.
    Nella versione 3.1.x la vedo troppo poco matura, lenta e piena di problemini, la versione 2.x era molto più stabile.

  4. La versione 2, se non come backup IMAP di gmail non l’ho mai usata.
    Devo confessarti che, a parte quanto evidenziato in questo post, non mi sono trovato male. Certo in quanto a velocità il mio metro di paragone era Outlook. ;-)
    I p7m non li ho mai dovuti ricevere/inviare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *